Nel sublimo Corano e della nobile Sunnah di Mustafa Ashour




Yüklə 205.33 Kb.
səhifə1/5
tarix21.04.2016
ölçüsü205.33 Kb.
  1   2   3   4   5
I Jinn

Nel sublimo Corano e della nobile Sunnah

di Mustafa Ashour

Traduzione a cura di 'Aisha Farina


Table of Contents




  • Introduzione




  • Capitolo 1: La realtà dell'esistenza e la natura del mondo dei Jinn

  • LA CONFERMA DELL'ESISTENZA DEL MONDO DEI JINN

  • CHI SONO I JINN?

  • A PARTIRE DA COSA SONO STATI CREATI I JINN?

  • QUANDO FURONO CREATI I JINN?

  • LE CATEGORIE DI JINN

  • I JINN HANNO UN CORPO?

  • I JINN HANNO ALTRI NOMI?

  • I JINN HANNO IL POTERE DI APPARIRE SOTTO ALTRE FORME?

  • LE CAPACITA' E I POTERI DEI JINN

  • I JINN MUOIONO?

  • COME CAMMINA SHAYTAN?

  • IN QUALE MOMENTO SHAYTAN E' PIU' FREQUENTEMENTE PRESENTE?

  • DOV'E' IL TRONO DI IBLIS?

  • LE AZIONI CHE IBLIS HA COMPIUTO PRIMA DELLA CREAZIONE DELL'UOMO

  • IBLIS E' UN JINN O UN ANGELO?

  • I JINN SONO GELOSI? POSSONO NUOCERE?




  • Capitolo 2: I doveri dei Jinn

  • I DOVERI DEI JINN

  • VI SONO MESSAGGERI E PROFETI TRA I JINN

  • LA MISSIONE UNIVERSALE DEL PROFETA MUHAMMAD (s)

  • PRESSO I JINN E GLI UOMINI

  • LE RELIGIONI E LE SETTE PRESSO I JINN

  • I JINN SONO RICOMPENSATI PER LE LORO AZIONI?




  • Capitolo 3: Aspetti del mondo dei Jinn

  • I JINN SI SPOSANO? HANNO DEI FIGLI?

  • I JINN E GLI UOMINI POSSONO SPOSARSI TRA LORO?

  • I JINN MANGIANO E BEVONO?

  • LE DIMORE E LE TANE DEI JINN

  • GLI ANIMALI DOMESTICI DEI JINN

  • Capitolo 4: I Jinn e il sapere

  • LA TRASMISSIONE DEGLI AHADITH DA PARTE DEI JINN

  • I PREDICATORI TRA I JINN

  • IL SAPERE DEI JINN A PROPOSITO DELLE DIFFERENTI CATEGORIE DI SAGGEZZA

  • Capitolo 5: I Jinn e i profeti

  • SHAYTAN NELL'ARCA DI NUH (NOE' *)

  • SHAYTAN E MUSA (MOSE' *)

  • SHAYTAN E 'ISA (GESU' *)

  • SHAYTAN PUO' ASSUMERE L'ASPETTO DEL PROFETA MUHAMMAD (s)?

  • I JINN RENDONO CONTO DELLA MISSIONE DEL PROFETA (s)

  • Capitolo 6: Selezione di tratti caratteristici dei Jinn

  • E' PERMESSO INTERROGARE I JINN SUL PASSATO E SUL FUTURO?

  • L'INCATENAMENTO DEI JINN RIBELLI DURANTE IL RAMADAN

  • VI SONO DEGLI UMANI CHE ADORANO I JINN?

  • OBBEDISCONO AGLI INCANTESIMI E AI TALISMANI?

  • NEL GIORNO DELLA RESURREZIONE

  • SHAYTAN SI OPPONE AI FEDELI NELLA MOSCHEA? GLI ANIMALI VEDONO SHAYTAN?

  • GLI ANIMALI VEDONO SHAYTAN?

  • Capitolo 7: Gli aspetti della lotta tra Ahaytan e l'uomo

  • LE CAUSE DELL'OSTILITA' E L'ESSERE UMANO

  • LE RAGIONI CHE CONDUSSERO IBLIS ALL'ERRORE

  • QUAL E' IL PRINCIPALE OBIETTIVO DI SHAYTAN?

  • LE COSE VERSO LE QUALI SHAYTAN CHIAMA L'UOMO

  • QUAL E' L'ATTO DI RIBELLIONE CHE IBLIS PREFERISCE?

  • I JINN CHE ATTACCANO UN UOMO ED IL MODO DI RIMEDIARVI

  • I JINN E LA PESTE

  • LE FALSE MESTRUAZIONI PROVENGONO DA SHAYTAN

  • SHAYTAN E I SOGNI

  • LE SUGGESTIONI DI SHAYTAN E IL SUO SUSSURRARE

  • LA PRECIPITAZIONE PROVIENE DA SHAYTAN

  • SHAYTAN SI AGGRAPPA AL GIUDICE INGIUSTO

  • SHAYTAN ATTACCA LA TESTA DELL'UOMO DURANTE IL SONNO

  • IL TOCCO DI SHAYTAN

  • LA PRESENZA DI SHAYTAN ALLA NASCITA DI UN BAMBINO

  • LA PRESENZA DI SHAYTAN DURANTE I RAPPORTI SESSUALI

  • LA PRESENZA DI SHAYTAN IN TUTTE LE AZIONI UMANE

  • Capitolo 8: Le armi dell'uomo contro Shaytan

  • LA RICERCA DELLA PROTEZIONE DI ALLAH (SWT)

  • LA RICHIESTA DI PROTEZIONE PRIMA DI RECITARE IL SUBLIME CORANO

  • LA RICHIESTA DI PROTEZIONE PRIMA DI ENTRARE IN BAGNO

  • LA RICERCA DI PROTEZIONE PRIMA DI ANDARE A DORMIRE

  • LE DUE SURE DELLA PROTEZIONE

  • RICORDARSI FREQUENTEMENTE DI ALLAH (SWT) (DHIKR ALLAH)

  • E IL VERSETTO DEL TRONO (AYAT AL-KURSI)

  • LA FINE DELLA SURAH 'AL-BAQARA'

  • IL WUDU' E LA PREGHIERA

  • LA RECITAZIONE DI 'AYAT AL-KURSI'

  • IL PENTIMENTO E LA DOMANDA DI PERDONO

  • LA RECITAZIONE DELLA SURAH 'AL-BAQARA'

  • EVITARE GLI ECCESSI

  • LA FORZA DEL SAPERE

  • RESTARE FERMAMENTE LEGATO ALLA COMUNITA' MUSULMANA


Introduzione

La Lode spetta ad Allah! Egli (SWT) ha creato l'uomo dall'argilla secca e il Jinn da un fuoco senza fumo, e ha reso quest'ultimo invisibile agli occhi dell'uomo. Egli (SWT) ha reso virtuosi alcuni Jinn e ne ha sviati altri, e non ha dato loro potere sull'uomo, se non tramite la suggestione del sussurratore furtivo e le seduzioni di Shaytan.

 Che le benedizioni e la Pace siano su Muhammad!

Allah (SWT) l'ha inviato come una Misericordia per i mondi e l'ha inviato a tutti i popoli. Alcuni Jinn che passavano furono attirati dalla sua recitazione del Sublime Corano, si fermarono ad ascoltarlo e, quando ebbe finito, tornarono a trasmettere il messaggio al loro popolo.

 Allah (SWT) rivelò allora al Profeta (s):

 Di': "Mi è stato rivelato che un gruppo di Jinn ascoltarono e dissero: 'Invero abbiamo ascoltato una Lettura meravigliosa, che conduce sulla retta via; abbiamo creduto in essa e non assoceremo nessuno al nostro Signore'."

(Corano LXXII. Al-Jinn (I Dèmoni), 1-2)

 Testimonio che non c'è altra divinità all'infuori di Allah, senza associati!

Ho appreso dal Suo Libro esente da ogni errore che Shaytan è un nemico dichiarato dell'uomo.

Testimonio che Muhammad è il Suo servo e il Suo Messaggero! Egli (SWT) l'ha inviato con la Via del giusto messo per il benessere di tutta l'umanità. Egli (SWT) rivelò allora le Sue Parole senza ambigui-tà:

 E di': "Signore, mi rifugio in Te contro le seduzioni dei diavoli, e mi rifugio in Te, Signore, contro la loro presenza vicino a me".



(Corano XXIII. Al-Mu'minun (I Credenti), 97-98)

 Che Allah (SWT) benedica Muhammad e tutta la sua famiglia!

 Il mondo dei Jinn trabocca di segreti, meraviglie e misteri, ed è questo che stuzzica l'interesse che le persone provano per esso.

 Una ricerca dettagliata concernente il termine 'Jinn' nella lingua araba rivela un numero stupefacente di pa-role che vi si riferiscono, sia direttamente che indirettamente. Vi sono nomi designanti i Jinn in quanto real-tà, parole che si riferiscono in maniera generale alla loro interazione con l'umanità, e delle espressioni per de-scrivere in particolare come attaccano gli uomini.

I Jinn hanno alcuni tratti caratteristici, così come l'ambiente che li circonda.

 L'accettazione dell'esistenza dei Jinn è una parte integrante della Religione, poiché il Sublime Corano indica l'esistenza di creature che sono appunto chiamate Jinn (demoni), alcune delle quali sono virtuose, altre no.

Coloro che negano l'esistenza dei Jinn rifiutano dunque il Corano. Negano che esista al di là del mondo materiale un mondo invisibile che possiede proprie caratteristiche speciali, come è chiaramente indicato nella scienza degli ahadith. Solo un ignorante o un miscredente può negare questo!

Noi, in quanto Musulmani, dobbiamo credere fermamente in ciò che è stato rivelato dal Signore dei Mondi.

 Shaykh Ash-Sharawi ha detto: "E' obbligatorio credere al giudizio della Religione riguardo alle cose concer-nenti l'invisibile. Importa poco che noi le comprendiamo pienamente. La fede ha una vetta e questa vetta consiste nel credere ad Allah (SWT). Se voi credete in Allah (SWT) con tutto il vostro essere e giungete a questa vetta col vostro intelletto, allora dovete accettare tutto ciò che Allah (SWT) vi dice, che il vostro intelletto lo comprenda oppure no".

 Così questo libro che Allah (SWT) ci ha permesso di scrivere è un appello chiaro verso un puro monoteismo ed una sincera adorazione di Allah (SWT) solo, ed è stato scritto con l'intento di confutare le innovazioni, le superstizioni e le favole che generalmente si trovavano e si trovano tra la gente, nel passato e nel presente. Presenta al lettore il mondo dei Jinn così com'è, fondandosi sul Sublime Corano, la Nobile Sunnah , le tradi-zioni autentiche e le parole dei Sapienti.

Spero di aver presentato la verità in forma semplice, diretta e chiara. La soddisfazione di Allah (SWT) è il mio solo obiettivo ed il mio successo non è dovuto ad altri che ad Allah (SWT). Mi sono rimesso a Lui e a Lui mi rivolgo.

 Mustafa Ashour

 Il Cairo, Dhu'l-Qa'da 1407 H

La realtà dell'esistenza e la natura del mondo dei Jinn

LA CONFERMA DELL'ESISTENZA DEL MONDO DEI JINN

 Numerose persone, tanto nel passato come nel presente, hanno negato o negano l'esistenza dei Jinn. Alcuni rigettano completamente la loro esistenza, mentre altri pretendono che i Jinn siano nient'altro che un modo di descrivere le cattive inclinazioni dell'animo umano corrotto, e in maniera analoga, secondo costoro, gli Angeli non sarebbero altro che le buone inclinazioni di quest'animo.

Al contrario, esistono molte prove della loro reale esistenza. I versetti coranici menzionanti l'esistenza dei Jinn sono numerosi, e noi ne citeremo solo alcuni:

 Non ho creato i Jinn e gli uomini altro che perché M'adorassero



(Corano LI. Adh-Dhariyat (Quelle che spargono), 56)

 Invero c'erano degli uomini che si rifugiavano presso i Jinn, e questo non fece che aumentare la loro follia



(Corano LXXII. Al-Jinn (I Demoni), 6)

 Di': "Mi è stato rivelato che un gruppo di Jinn ascoltarono e dissero: 'Invero abbiamo ascoltato una Lettura meravigliosa…'."



(Corano LXXII. Al-Jinn (I Demoni), 1)

 E in precedenza creammo i Jinn dal fuoco di un vento bruciante



(Corano XV. Al-Hijr, 27)

 Vi sono anche numerosi ahadith del Profeta (s) riguardanti questo argomento, per esempio questo: "Vi sono tre categorie di Jinn. Una può volare nell'aria, un'altra penetra nei cani e nei serpenti, e un'ultima categoria risiede in un luogo fisso, ma viaggia nei dintorni". (riportato da al-Hakam, at-Tabarani e al-Bayhaqi).

Vi sono moltissimi altri ahadith che forniscono la prova, senza alcun equivoco, dell'esistenza dei Jinn, alcuni dei quali saranno menzionati più avanti in questo libro.

CHI SONO I JINN?

 I Jinn fanno parte della Creazione di Allah (SWT), sono differenti dagli uomini e dagli Angeli, ma possiedo-no alcune caratteristiche in comune con l'essere umano, quali ad esempio l'intelligenza, il discernimento, il libero arbitrio e dunque la possibilità di scegliere il bene e il male, il vero e il falso.

Sono diversi dall'essere umano in alcuni dominii fondamentali, particolarmente in ciò che concerne la loro origine, perché non sono stati tratti dalla stessa materia con cui è stato creato l'essere umano.

 A PARTIRE DA COSA SONO STATI CREATI I JINN?

 Allah (SWT) ci dice in numerosi versetti del Sublime Corano che Egli ha creato i Jinn a partire dal fuoco. Per esempio:

 Creò l'uomo di argilla risonante come terraglia, e i Jinn da fiamma di un fuoco senza fumo.

(Corano LV. Ar-Rahman (Il Compassionevole), 14-15)

 'Senza fumo' significa che si tratta dell'estremità della fiamma, secondo Mujahid (r), Ibn 'Abbas (r) e altri. Un'altra interpretazione sostiene che queste parole designano il migliore ed il più puro dei fuochi.

An-Nawawi dice che 'un fuoco senza fumo' designa le fiamme mescolate alla nerezza del fuoco.

 Il Messaggero di Allah (s) ha anche menzionato la creazione dei Jinn a partire dal fuoco quando ha detto: "Gli Angeli furono creati dalla luce e i Jinn furono creati da un fuoco senza fumo e Adamo fu creato a partire da ciò che vi è stato descritto" (riportato da Muslim).

 Ma la domanda seguente potrebbe essere posta: Allah (SWT) ci informa che i Jinn sono creati dal fuoco e ci informa anche che le fiamme feriscono e bruciano i Jinn, dunque come può il fuoco bruciare il fuoco?

La risposta è che Allah (SWT) ha apparentato i Jinn e gli Shayatin al fuoco nello stesso modo in cui l'uomo è apparentato alla terra, all'argilla e al fango. Bisogna comprendere che l'origine degli umani si trova nell'ar-gilla, ma gli umani non sono costituiti di argilla. Nello stesso modo, i Jinn sono legati al fuoco solamente a livello della loro origine.

La prova è data dall'hadith che riporta l'Imam Ahmad Ibn Hanbal, risalente ad Abu Sa'id al-Khudri (r):

"Il Messaggero di Allah (s) si alzò per effettuare la preghiera dell'alba ed io pregavo dietro di lui. Durante la recitazione si confuse. Quando ebbe finito la preghiera disse: 'Se mi aveste potuto vedere mentre impugnavo Iblis e come ho tenuto stretta la sua gola fino a sentire la freschezza della sua saliva tra il mio pollice ed il mio indice… Se mio fratello Sulayman (Salomone *) non mi avesse supplicato di lasciarlo, l'avreste trovato legato questa mattina ad uno dei pilastri della moschea, così che i bambini di Madinah potessero tormentarlo. Nessuno deve lasciare che qualcuno si interponga tra lui e la qibla'.".

Come potrebbe la saliva di un essere fatto di fuoco essere fresca? Se i Jinn possedessero ancora la loro natura originaria, non avrebbero saliva.

 Anche l'hadith seguente indica che i Jinn non possiedono più la loro natura di fuoco. Il Profeta (s) disse: "Il nemico di Allah, Iblis, ha cercato di bruciarmi il viso con un tizzone ardente" (riportato da An-Nisai, risalente ad Abu'd-Darda (r), nel capitolo "maledire Iblis e cercare rifugio contro di lui presso Allah (SWT) nella pre-ghiera").

L'Imam Ahmad riporta che un uomo domandò ad 'AbdurRahman Ibn Khanbash (r) che cosa il Messaggero di Allah (s) facesse quando gli shayatin cercavano di attaccarlo. 'AbdurRahman (r) rispose che un giorno alcuni shayatin si scagliarono sul Messaggero di Allah (s), rincorrendolo lungo diverse valli e gole di monti, e tra loro vi era uno shaytan che teneva un tizzone ardente con cui voleva bruciare il Messaggero di Allah (s). 'AbdurRahman (r) disse che il Profeta (s) si inquietò e Ja'far (r) confermò che non vi era dubbio in propo-sito. 'AbdurRahman (r) continuò: "Egli (s) cominciò ad esitare e Jibril (Gabriele *) arrivò e gli disse: 'Muham-mad, parla!'. Rispose: "Cosa devo dire?". Jibril disse: 'Di': Cerco rifugio mediante le parole perfette di Allah (SWT), che nessun essere oltrepassa, contro il male di ciò che Egli ha creato e contro il male di ciò che scende dai cieli e di ciò che vi sale, e contro il male di ciò che è seminato nella terra e contro il male di ciò che ne esce, e contro il male delle tentazioni della notte e del giorno, e contro il male di qualunque visitatore, tranne un visitatore che porta il bene; o Tu, il Più Misericordioso!'. Il fuoco degli shayatin allora si estinse e Allah (SWT) li mise in fuga".

Questa testimonianza mostra chiaramente che se i Jimm fossero come fiamme brucianti, gli ifrit o shayatin non avrebbero bisogno di trasportare un tizzone ardente per bruciare qualcuno.

Poiché la mano di uno shaytan o di un ifrit non brucia un essere umano toccandolo, contrariamente ad un vero fuoco, questo dimostra che il fuoco in loro è sopraffatto da altri elementi, così che le loro membra o ciò che promana dal corpo (come la saliva) sono freddi, così come ha detto il Profeta (s): "…finché ho sentito la freschezza della sua saliva…".

Non vi è alcun dubbio sul fatto che essi mangino e bevano così come noi umani mangiamo e beviamo, e questo nutrimento fa crescere il loro corpo.

 QUANDO FURONO CREATI I JINN?

 I Jinn furono creati prima degli esseri umani, come appare chiaramente dal seguente versetto. Allah (SWT) dice:

 Creammo l'uomo con argilla secca, tratta da mota impastata. E in precedenza cream-mo i Jinn dal fuoco di un vento bruciante.

(Corano XV.Al-Hijr, 26-27)

 LE CATEGORIE DI JINN

 Esistono tre categorie di Jinn, com'è indicato nell'hadith del Profeta (s) in cui egli disse: "Vi sono tre categorie di Jinn. Una può volare nell'aria, un'altra penetra nei cani e nei serpenti, e un'ultima categoria risiede in un luogo fisso ma viaggia nei dintorni" (riportato da al-Hakam, at-Tabarani e al-Bayhaqi con un isnad sicuro).

Abu'd-Darda' (r) riporta che il Messaggero di Allah (s) disse: "Allah (SWT) ha creato tre categorie di Jinn; i primi sono sotto forma di serpenti, di scorpioni e di altri animali striscianti. Altri sono come il vento nell'aria. Altri infine sono soggetti al Giudizio e al Castigo".

 I JINN HANNO UN CORPO?

 Coloro che riconoscono l'esistenza dei Jinn sono in disaccordo su questo punto e vi sono due opinioni preva-lenti; gli uni dicono che i Jinn non hanno corpo, che non si introducono in alcun corpo e che hanno una esi-stenza indipendente.

Gli altri dicono che i Jinn hanno un corpo, ma a questo punto troviamo ancora due diverse opinioni: alcuni sostengono che abbiano un corpo ben definito, con forme personali, e che è assolutamente possibile che il loro corpo abbia una densità non trascurabile.

Secondo altri, il loro corpo è così sottile che i nostri occhi sono troppo deboli per vederlo. E' la sola ragione per la quale noi non possiamo vederli.

Se Allah (SWT) rinforzasse la nostra vista o rendesse i loro corpi più densi, li potremmo vedere. La finezza delle loro forme fisiche è indicata da ciò che dice Allah (SWT):

 …Esso (Shaytan) e i suoi alleati vi vedono da dove voi non li vedete…



(Corano VII. Al-A'raf, 27)

 Se non ci fosse questa barriera visiva, noi li vedremmo come loro vedono noi e come si vedono tra loro.

Noi non possiamo avere una sicura conoscenza della reale natura del corpo dei Jinn, perché su questo sog-getto non esiste alcuna Parola di Allah (SWT), né alcun hadith del Suo Messaggero (s).

 I JINN HANNO ALTRI NOMI?

 Sì, e ne menzioneremo alcuni:

 Jinni: utilizzato dagli Arabi per designare un Jinn particolare;



'Amir (Jinn residente in un luogo fisso): utilizzato per dire che è tra quelli che vivono con la gente;

Shaytan: utilizzato per un Jinn che è maligno o lo è diventato;

'Ifrit: utilizzato per un Jinni più forte e potente di uno shaytan.

 Possiamo domandarci perché siano chiamati 'Jinn'. La risposta è che essi sono nascosti (Ijtinan), come ha detto Allah (SWT):

 …Esso (Shaytan) e i suoi alleati vi vedono da dove voi non li vedete…

(Corano VII. Al-A'raf, 27)

I JINN HANNO IL POTERE DI APPARIRE SOTTO ALTRE FORME?

 I Jinn possiedono la facoltà di prendere delle forme e di cambiare di apparenza. Possono prendere la forma di serpenti e di scorpioni, di cavalli, vacche, cammelli, montoni, uccelli. Vi sono testimonianze che lo confer-mano.

E' riportato che Shaytan (che Allah lo maledica!) prese la forma di un vecchio uomo del Najd nel momento in cui i Quraysh, riuniti a Dar-an-Nadwa, discutevano sulla sorte che avrebbero dovuto riservare al Messagge-ro di Allah (s): ucciderlo, imprigionarlo o esiliarlo. Shaytan suggerì loro di ucciderlo!

 Muslim riporta, sull'autorità di Abu Sa'id al-Khudri (r), che il Messaggero di Allah (s) disse: "Un gruppo di Jinn di Madinah sono divenuti Musulmani. Se uno di voi vede uno di questi Jinn residenti, che lo avverta di par-tire entro tre giorni. Poi, se vi appare di nuovo, allora uccidetelo, perché è uno shaytan".

LE CAPACITA' E I POTERI DEI JINN

I Jinn hanno poteri e capacità che oltrepassano quelle umane. Una di queste facoltà è di potersi muovere in modo straordinariamente veloce.

Il primo esempio che viene in mente a questo proposito è probabilmente la promessa fatta al Profeta Sulayman (*) da un Ifrit tra i Jinn di portare il trono della regina dello Yemen a Gerusalemme in un tempo minore di quello occorrente a Sulayman (*) per alzarsi in piedi:



Un Ifrit disse: "Te lo porterò prima ancora che tu ti sia alzato dal tuo posto, ne sono ben capace e son degno di fiducia".

(Corano XXVII. An-Naml (Le Formiche), 39)

Essi hanno anche la facoltà di prendere forma umana, animale, e altre.

Hanno il potere di alzarsi nei cieli e di mettersi ad ascoltare gli Angeli che parlano dei Decreti di Allah (SWT).

I JINN MUOIONO?

Non vi è nessun dubbio sul fatto che i Jinn siano mortali, perché Allah (SWT) ha detto:

Tutto quel che è sulla terra è destinato a perire, (solo) rimarrà il Volto del tuo Signo-re, pieno di Maestà e di Magnificenza. Quale dunque dei benefici del vostro Signore negherete?

(Corano LV. Ar-Rahman (Il Compassionevole), 26-28)

Il Profeta (s) diceva nelle sue invocazioni: "Mi rifugio nella Tua Potenza! Non vi è altra divinità oltre a Te, o Tu che non muori! I Jinn e gli uomini muoiono" (riportato da Bukhari).

Per ciò che riguarda la durata della loro vita, la nostra sola certezza è a proposito di Iblis (Shaytan), di cui Allah (SWT) dice che Egli (SWT) gli ha accordato una dilazione fino al Giorno della Resurrezione:

"Concedimi una dilazione - disse - fino al Giorno in cui saranno risuscitati". "Invero - disse Allah - tu sei fra quello cui la dilazione è stata data".

(Corano VII. Al-A'raf, 14-15)

Questo versetto indica che altri, a parte Iblis, hanno ottenuto una dilazione. Il Corano non precisa, tuttavia, che tutti i Jinn sono stati trattati così, benché sia possibile che alcuni altri Jinn si siano visti accordare tale di-lazione.

 Vi sono alcuni aneddoti che mostrano che i Jinn muoiono; Khalid ibn al-Walid (r) uccise uno shaytan chia-mato al-'Uzza (era un albero che gli Arabi adoravano prima dell'Islam).

Un altro Sahaba (r) uccise un Jinn che aveva preso la forma di una vipera.

Secondo Ibn 'Abbas (r), solo Iblis ricevette la dilazione fino al Giorno del Giudizio.

Wa Allahu A'lam!

 

COME CAMMINA SHAYTAN?

Il Messaggero di Allah (s) disse: "Che nessuno di voi cammini con un solo sandalo, perché Shaytan cammina con un solo sandalo" (riportato da Muslim, Abu Dawud, Tirmidhi e Ibn Majah).

Disse anche: "Quando uno di voi rompe il cinturino di uno dei suoi sandali, non deve camminare con l'altro, finché non avrà riparato il primo" (riportato da Muslim).

IN QUALE MOMENTO SHAYTAN E' PIU' FREQUENTEMENTE PRESENTE?

Shaytan è maggiormente presente al calare della notte. E' riportato che il Messaggero di Allah (s) disse: "Quando arriva il crepuscolo (maghrib) e si diffonde l'oscurità, non lasciate uscire i vostri bambini, perché gli shayatin si riuniscono in questo momento. Dopo che sarà trascorsa un'ora (dal tramonto), allora lasciateli uscire. Chiudete le porte e invocate il Nome di Allah (SWT), perché Shaytan non apre una porta chiusa" (riportato da Bukhari sull'autorità di Jabir ibn 'Abdullah (r)).

DOV'E' IL TRONO DI IBLIS?

 Il trono di Iblis si trova sul mare. L'Imam Ahmad ibn Hanbal riporta sull'autorità di Jabir (r) che il Messagge-ro di Allah (s) ha detto: "Iblis pone il suo trono sul mare. Poi invia le sue armate per il mondo. Quello dei suoi agenti che gli è più vicino è colui che provoca la maggior corruzione. Uno dei suoi inviati viene e gli dice: 'Ho fatto questo e questo…' ed egli gli risponde: 'Non hai combinato niente!'. Poi un altro viene e dice: 'Non l'ho la-sciato (l'uomo) finché non l'ho fatto divorziare dalla sua sposa'. Egli (Iblis) lo stringe allora vicino a sé e gli dice: 'Hai agito bene!'.".



LE AZIONI CHE IBLIS HA COMPIUTO PRIMA DELLA CREAZIONE DELL'UOMO

Al-Baghawi riporta che Iblis fu il primo ad emettere dei lamenti.

Al-Hasan al-Basri (r) disse che Iblis stabilì delle analogie tra le cose e che questo ebbe per conseguenza l'ado-razione del sole e della luna per il tramite delle analogie. Questo significa che Iblis si è guardato e ha compa-rato se stesso ad Adamo (*). E' per questo che ha rifiutato di prosternarsi, benché lui e tutti gli Angeli ne avessero ricevuto l'ordine.

Jabir (r) riporta in un hadith Marfu' (hadith la cui catena di trasmissione risale ad un solo Sahaba) che Iblis fu il primo sulla terra a cantare.

Ibn Aby Shayba riporta che Maymun ibn Mabran disse: "Ho chiesto a Ibn 'Umar (r): 'Chi fu il primo a chiamare l' Isha' (la sera) Utama (oscurità)?'. Rispose: 'Shaytan'.".

IBLIS E' UN JINN O UN ANGELO?

L'Imam Sayyid Qutb (r) nel suo libro "All'Ombra del Corano" spiega che Iblis fa parte dei Jinn:

Iblis non era un Angelo, benché si trovasse tra gli Angeli. Se fosse stato uno di loro, non si sarebbe ribellato. La qualità fondamentale degli Angeli è che non Gli (ad Allah (SWT)) disobbediscono in ciò che comanda loro e Gli obbediscono in tutto.

Il versetto:

tutti si prosternarono eccetto Iblis…


  1   2   3   4   5


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©azrefs.org 2016
rəhbərliyinə müraciət

    Ana səhifə