Comitato regionale abruzzo




Yüklə 497.09 Kb.
səhifə1/6
tarix21.04.2016
ölçüsü497.09 Kb.
  1   2   3   4   5   6




Federazione Italiana Giuoco Calcio

Lega Nazionale Dilettanti
COMITATO REGIONALE ABRUZZO



Sede: Via Francesco Savini 25

67100 L’Aquila (AQ)

Tel.:0862/42841 (centralino) - Fax 0862/ 4284203

Pronto A.I.A.-L.N.D.: 347 6523870

Pronto A.I.A. – CALCIO A 5 : 334 1973178

Pronto A.I.A. – Settore Giovanile : 342 6130673


Sito Internet: www.figcabruzzo.it

E-mail: crlnd.abruzzo01@figc.it


Stagione Sportiva 2014/2015

Comunicato Ufficiale N°5 del 23/7/2014


Sommario


Comunicazioni F.I.G.C. Pag.2


Comunicazioni L.N.D. Pag.7
Comunicazioni del Comitato Regionale Pag.11
Comunicazioni Segreteria Pag.23
Comunicazioni per l’attività di Calcio a 11 Pag.

(Coppe, Risultati gare Campionati, Giustizia Sportiva, Programma gare)
Comunicazioni per l’attività di Calcio a 5 Pag.52

(Coppe, Risultati gare Campionati, Giustizia Sportiva, Programma gare)
Comunicazioni per l’Attività Giovanile L.N.D. Pag.63

(Segreteria, Risultati gare Campionati, Giustizia Sportiva, Programma gare)
Commissione Disciplinare Pag.
Allegati Pag.68

Comunicazioni della F.I.G.C.

Autorizzazioni

Si dà atto che il Presidente della F.I.G.C. ha accolto l’istanza avanzata dalla Società Jaguar Angizia Luco.
JAGUAR ANGIZIA LUCO (M.: 81117):
Vista la rinuncia espressa da codesta Società a partecipare per la S.S. 2014/2015 al Campionato di Promozione con richiesta di iscrizione al Campionato di Prima Categoria;
preso atto della comunicazione della Lega Nazionale Dilettanti con la quale si conferma che il Comitato Regionale Abruzzo ha accolto l’istanza della società A.S.D. JAGUAR ANGIZIA LUCO, già rinunciataria al Campionato di Promozione, di ammissione al Campionato Prima Categoria, per la stagione sportiva 2014/2015, si autorizza la conservazione dell’anzianità di affiliazione (24/08/1992) e del numero di matricola (81117); nonché il mantenimento del vincolo dei calciatori tesserati.
Si dà atto che il Presidente della F.I.G.C. ha accolto l’istanza avanzata dalla Società Sporting Carsoli.
SPORTING CARSOLI (M.: 919229):
Vista la rinuncia espressa da codesta Società a partecipare per la S.S. 2014/2015 al Campionato di Terza Categoria con richiesta di svolgere il solo Campionato Regionale di Calcio a Cinque;
preso atto della comunicazione della Lega Nazionale Dilettanti con la quale si conferma che il Comitato Regionale Abruzzo ha accolto l’istanza della società A.S.D. SPORTING CARSOLI, già rinunciataria al Campionato di Terza Categoria, di partecipare esclusivamente al Campionato Regionale di Calcio a Cinque, per la stagione sportiva 2014/2015, si autorizza la conservazione dell’anzianità di affiliazione (27/07/2007) e del numero di matricola (919229); nonché il mantenimento del vincolo dei calciatori presenti nell’elenco fornito dalla Società, disponendo lo svincolo per gli altri calciatori in organico, con decorrenza dalla data della presente comunicazione.
Si dà atto che il Presidente della F.I.G.C. ha accolto l’istanza avanzata dalla Società Don Orione.
DON ORIONE (M.: 600659):
Vista la rinuncia espressa da codesta Società a partecipare per la S.S. 2014/2015 al Campionato di Terza Categoria con richiesta di svolgere il solo i Campionati di Calcio a Cinque Maschile e Femminile;
preso atto della comunicazione della Lega Nazionale Dilettanti con la quale si conferma che il Comitato Regionale Abruzzo ha accolto l’istanza della società A.S.D. DON ORIONE, già rinunciataria al Campionato di Terza Categoria, di partecipare esclusivamente ai Campionati di Calcio a Cinque Maschile e Femminile, per la stagione sportiva 2014/2015, si autorizza la conservazione dell’anzianità di affiliazione (24/07/2001) e del numero di matricola (600659); nonché il mantenimento del vincolo dei calciatori presenti nell’elenco fornito dalla Società, disponendo lo svincolo per gli altri calciatori in organico, con decorrenza dalla data della presente comunicazione.
Comunicato Ufficiale N° 169/A della F.I.G.C. del 27 Maggio 2014

TERMINI E MODALITA' STABILITI DALLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI PER L'INVIO DELLE LISTE DI SVINCOLO, PER LE VARIAZIONI DI TESSERAMENTO E PER I TRASFERIMENTI FRA SOCIETA' DEL SETTORE DILETTANTISTICO E FRA QUESTE E SOCIETA' DEL SETTORE PROFESSIONISTICO, DA VALERE PER LA STAGIONE SPORTIVA 2014/2015.

Le operazioni di seguito elencate sono preliminarmente effettuate, ove consentito, per via telematica, fermo il successivo deposito o spedizione in modalità cartacea, a mezzo plico postale, ai Comitati, alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile di competenza entro i termini stabiliti. La data di deposito delle richieste di tesseramento o di spedizione del plico postale contenente le medesime richieste stabilisce, ad ogni effetto la decorrenza del tesseramento.



1. Variazioni di tesseramento
Le variazioni di tesseramento possono essere inoltrate con le modalità e nei termini, come di seguito riportati:
a) Calciatori “giovani dilettanti”
Il tesseramento dei calciatori "giovani dilettanti" (primo tesseramento o tesseramento da lista di svincolo) può essere richiesto, in deroga all’art. 39.1 delle N.O.I.F., fino al 30 maggio 2015.

(ore 12,00).

La data di invio o di deposito delle richieste in modalità cartacea presso i Comitati, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile competenti stabilisce ad ogni effetto la decorrenza del tesseramento.
b) Calciatori “non professionisti”

Il tesseramento di calciatori "non professionisti" (primo tesseramento o tesseramento da lista di svincolo), può essere effettuato:


- da martedì 1° luglio 2014 a martedì 31 marzo 2015 (ore 19.00)
La data di invio o di deposito delle richieste in modalità cartacea presso i Comitati, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile competenti stabilisce ad ogni effetto la decorrenza del tesseramento.
c) Stipulazione rapporto professionistico da parte di calciatori “non professionisti” – art. 113

N.O.I.F.

I calciatori tesserati per Società associate alla Lega Nazionale Dilettanti, che abbiano raggiunto l'età prevista dall'art. 28 delle N.O.I.F., possono sottoscrivere un contratto da professionista per società di Serie A, B, Lega Pro e richiedere il conseguente tesseramento:


- da martedì 1° luglio a giovedì 31 luglio 2014 (ore 23.00) - autonoma sottoscrizione- Art. 103 N.O.I.F.

- da venerdì 1° agosto a lunedì 1° settembre 2014 (ore 23.00) – con consenso della società dilettantistica –

- da lunedì 5 gennaio a lunedì 2 febbraio 2015 (ore 23.00) – con consenso della società dilettantistica –

La variazione di tesseramento dovrà pervenire o essere depositata nei suddetti termini.


2. Trasferimento di calciatori “giovani dilettanti” e “non professionisti” tra società partecipanti ai Campionati organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti

Il trasferimento di un calciatore "giovane dilettante" o "non professionista" nell'ambito delle Società partecipanti ai Campionati organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti può avvenire nei seguenti distinti periodi:


a) da martedì 1° luglio a mercoledì 17 settembre 2014 (ore 19.00)
b) da lunedì 1° dicembre a martedì 16 dicembre 2014 (ore 19.00)
Nell'ipotesi b) le modalità sono quelle previste per i trasferimenti suppletivi (art. 104 delle N.O.I.F.)
Le liste di trasferimento devono essere depositate o spedite, a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, ai Comitati Regionali alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile di competenza entro i termini sopra stabiliti. Il tesseramento per la Società cessionaria decorre dalla data di deposito o, nel caso di spedizione a mezzo posta, dalla data di spedizione del plico raccomandato sempre che l'accordo pervenga entro i dieci giorni successivi alla data di chiusura dei trasferimenti.
Le liste di trasferimento possono essere depositate, sempre entro i termini di chiusura dei trasferimenti, anche presso le Delegazioni provinciali della Regione di appartenenza della Società cessionaria.
3. Trasferimenti di calciatori “Giovani dilettanti" da società dilettantistiche a società di Serie

A, B, Lega Pro

Il trasferimento di un calciatore "giovane dilettante", nei limiti di età di cui all'art. 100 delle N.O.I.F., da società dilettantistiche a società di Serie A, B, Lega Pro può avvenire nei seguenti distinti periodi:


a) da martedì 1° luglio a lunedì 1° settembre 2014 (ore 23.00)

b) da lunedì 5 gennaio a lunedì 2 febbraio 2015 (ore 23.00)
Nella ipotesi a) il trasferimento deve avvenire nel rispetto delle norme di cui all'art. 39 delle N.O.I.F..

Nella ipotesi b) le modalità sono quelle previste per i trasferimenti suppletivi (art. 104 delle N.O.I.F.).


La variazione di tesseramento dovrà pervenire o essere depositata nei suddetti termini.
4. Trasferimenti di calciatori "Giovani di Serie” da Società di Serie A, B, Lega Pro a società dilettantistiche
Il trasferimento di un calciatore "Giovane di Serie" da società di A, B, Lega Pro a società dilettantistiche, può avvenire nei seguenti distinti periodi:
a) - da martedì 1° luglio a lunedì 1° settembre 2014 (ore 19.00)

b) – da lunedì 5 gennaio a lunedì 2 febbraio 2015 (ore 19.00)

Nella ipotesi a) il trasferimento deve avvenire nel rispetto delle norme di cui all’art. 39 delle N.O.I.F..

Nella ipotesi b) le modalità sono quelle previste per i trasferimenti suppletivi (art. 104 delle N.O.I.F.).

Le liste di trasferimento devono essere depositate o spedite, a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, ai Comitati Regionali alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile di competenza entro i termini sopra stabiliti. Il tesseramento per la Società cessionaria decorre dalla data di deposito o, nel caso di spedizione a mezzo posta, dalla data di spedizione del plico raccomandato sempre che l'accordo pervenga entro i dieci giorni successivi alla data di chiusura dei trasferimenti.

Le liste di trasferimento possono essere depositate, sempre entro i termini di chiusura dei trasferimenti, anche presso le Delegazioni provinciali della Regione di appartenenza della Società cessionaria.
5. Risoluzione consensuale dei trasferimenti e delle cessioni a titolo temporaneo –Art.103bis NOIF

La risoluzione consensuale dei trasferimenti a titolo temporaneo, per i calciatori “non professionisti” e “giovani dilettanti” deve avvenire nel rispetto dell’art.103bis, comma 2, delle NOIF


6. Richiesta di tesseramento calciatori professionisti che hanno risolto per qualsiasi ragione il rapporto contrattuale
Le richieste di tesseramento a favore di società dilettantistiche, da parte di calciatori professionisti

che hanno risolto per qualsiasi ragione il proprio rapporto contrattuale, possono avvenire:



- da martedì 1° luglio a mercoledì 31 dicembre 2014 (ore 12.00).

Le richieste di tesseramento devono essere depositate presso la Divisione Calcio a Cinque, i Comitati e il Dipartimento Interregionale di competenza, oppure spedite a mezzo posta. In quest’ultimo caso il tesseramento decorre dalla data di spedizione del plico postale, sempreché lo stesso pervenga entro sabato 10 gennaio 2015 (ore 12.00).


Un calciatore tesserato come professionista non può essere tesserato come dilettante prima che siano trascorsi almeno 30 giorni da quando abbia disputato la sua ultima partita come professionista.
7. Calciatori stranieri provenienti o provenuti da Federazione estera

La società di Lega Nazionale Dilettanti può tesserare, entro il 31 Dicembre, e schierare in campo calciatori stranieri, sia extra-comunitari che comunitari, che siano stati tesserati per società appartenenti a Federazioni estere, nei limiti e alle condizioni di cui agli artt. 40 quater e 40 quinquies, delle N.O.I.F. In virtù delle direttive rese note dalla FIFA in ordine all’art. 4 (allegato 3 del Regolamento dello status e transfert dei calciatori), i calciatori provenienti da Federazione estera, non possono essere acquisiti in prestito da società dilettantistiche.


Fatto salvo quanto previsto all’art. 40 quinquies, i calciatori di cittadinanza extracomunitaria e comunitaria, residenti in Italia, di età superiore ai 16 anni, che non siano mai stati tesserati per Federazione estera e che richiedono il tesseramento per società della L.N.D. sono parificati a tutti gli effetti, ai fini del tesseramento, dei trasferimenti e degli svincoli, ai calciatori italiani, purché sia documentato quanto previsto dalle relative norme.

La richiesta di tesseramento deve essere inoltrata presso l'Ufficio Tesseramento della F.I.G.C. di Roma. La decorrenza di tale tesseramento è stabilita ad ogni effetto, a partire dalla data di autorizzazione rilasciata dallo stesso Ufficio Tesseramento della F.I.G.C..


8. Termini annuali richiesti dalle norme regolamentari

Vengono fissati i seguenti termini per le diverse previsioni regolamentari soggette a determinazioni

annuali:
a) Art. 107 delle N.O.I.F. (Svincolo per rinuncia)
Le liste di svincolo da parte di società dilettantistiche per calciatori "non professionisti" e "giovani dilettanti", devono essere depositate o inoltrate, a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, ai Comitati, alla Divisione Calcio a Cinque, ai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile di competenza entro i termini sottoindicati e, nel caso di spedizione a mezzo posta sempre che la lista pervenga entro i dieci giorni dalla scadenza dei termini stessi:

- da martedì 1° luglio a mercoledì 16 luglio 2014 (ore 19.00)
(vale data del deposito o del timbro postale di spedizione sempre che la lista pervenga entro e non

oltre il decimo giorno successivo alla data di chiusura)

Liste di svincolo suppletive
- da lunedì 1° dicembre a martedì 16 dicembre 2014 (ore 19.00)

(vale data del deposito o del timbro postale di spedizione sempre che la lista pervenga entro e non

oltre il decimo giorno successivo alla data di chiusura)

Il tesseramento dei calciatori svincolati in questo periodo deve avvenire a far data dal 17 dicembre

2014.
b) Art. 117 delle N.O.I.F. (comma 5)

Un eventuale nuovo contratto da professionista a seguito di risoluzione del rapporto contrattuale conseguente a retrocessione della società dal Campionato di 2^ Divisione della Stagione Sportiva 2013/2014 al Campionato Nazionale Dilettanti Serie D, può essere sottoscritto:

- da martedì 1° luglio a lunedì 1° settembre 2014 (ore 23.00) – autonoma sottoscrizione

- da lunedì 5 gennaio a lunedì 2 febbraio 2015 (ore 23.00) – con consenso della società dilettantistica


c) Art. 108 delle N.O.I.F. (svincolo per accordo)
Il deposito degli accordi di svincolo, presso i Comitati, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile della Lega Nazionale Dilettanti, dovrà avvenire entro 20 giorni dalla stipulazione e comunque entro e non oltre il 30 giugno 2015 (ore 19.00).

Gli Organi federali competenti provvederanno allo svincolo a far data dal 1° luglio 2015.


TERMINI E MODALITA’ PER L’INVIO DELLE LISTE DI SVINCOLO DI CALCIATORI “GIOVANI”
Art. 107 delle Norme Organizzative Interne (svincolo per rinuncia)

I calciatori “Giovani” tesserati con vincolo annuale entro il 30 novembre possono essere inclusi in lista di svincolo da inoltrare o depositare, a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, ai Comitati di competenza entro i termini stabiliti e, nel caso di spedizione a mezzo posta sempre che la lista pervenga entro i dieci giorni dalla scadenza dei termini stessi:


- da lunedì dicembre a martedì 16 dicembre 2014 (ore 19.00).

Il tesseramento dei calciatori svincolati in questo periodo deve avvenire a far data dal 17 dicembre

2014.
TERMINI E MODALITA’ PER LE VARIAZIONI DI ATTIVITA’
Art.118 delle Norme Organizzative Interne
Per la Stagione Sportiva 2014/2015, il termine fissato per l’invio o il deposito delle richieste di variazione di attività ai sensi dell’art.118 delle NOIF è da martedì 1° luglio a mercoledì 1° ottobre 2014.

Comunicazioni della L.N.D.
Stralcio Comunicato Ufficiale N° 1 della L.N.D. del 1° Luglio 2014

A/9 CAMPIONATO “JUNIORES - UNDER 18”

…………………omissis


A/9 CAMPIONATO “JUNIORES - UNDER 18”
2) Campionato Regionale “Juniores”

Il Campionato Regionale “Juniores” è organizzato da ciascun Comitato sulla base di uno o più gironi. I singoli Comitati dovranno comunicare alla Segreteria della L.N.D., entro e non oltre Lunedì 27 aprile 2015, il nominativo della Società vincente la propria fase regionale che si qualifica alla fase nazionale organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti.

Nella Regione Trentino Alto Adige, il Campionato Regionale “Juniores” è organizzato da ciascun Comitato Provinciale Autonomo delle Province di Trento e di Bolzano. Le vincenti dei rispettivi gironi di Trento e Bolzano acquisiscono il diritto a partecipare alla fase nazionale della manifestazione, organizzata dalla L.N.D.
a) Articolazione

Al Campionato Regionale “Juniores” sono iscritte d’ufficio le squadre di Società partecipanti ai Campionati di Eccellenza e di Promozione della stagione sportiva 2014/2015, salvo diversa determinazione del Consiglio Direttivo del Comitato in ordine alla loro eventuale collocazione negli organici del Campionato Provinciale “Juniores”, anche su richiesta motivata dalle Società interessate. In ogni caso il Consiglio Direttivo del Comitato competente, in deroga a quanto sopra, può determinare una diversa composizione dell’organico di tale Campionato in base a motivati criteri di meritocrazia e di effettiva potenzialità delle Società interessate. Al Campionato Regionale “Juniores” sono iscritte d’ufficio le squadre delle Società sarde e siciliane partecipanti al Campionato Nazionale Serie D della stagione sportiva 2014/2015.

Inoltre, a completamento dell’organico, possono essere iscritte al Campionato Regionale “Juniores” anche squadre appartenenti a Società di 1ª, 2ª, 3ª Categoria, “3ª Categoria - Under 21”, “3ª Categoria - Under 18” , “3ª Categoria – Over 30” e “3ª Categoria – Over 35” che ne abbiano fatto richiesta.
b) Limite di partecipazione dei calciatori in relazione all’età

Alle gare del Campionato Regionale “Juniores” possono partecipare i calciatori nati dal 1° gennaio 1996 in poi e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età; è consentito impiegare fino a un massimo di tre calciatori “fuori quota”, nati dal 1° gennaio 1995 in poi, in base alle disposizioni emanate dai Consigli Direttivi dei Comitati.

L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva.

In considerazione del particolare assetto normativo che caratterizza la rispettiva attività, alle Società di “3a Categoria - Under 18” partecipanti al Campionato Regionale “Juniores”, non è consentito l’impiego di calciatori “fuori quota”.

E’ fatto divieto alle Società Juniores “pure” regionali di tesserare calciatori di età superiore a quella stabilita per tale categoria, ivi compresi i calciatori “fuori-quota”.


c) Limite di partecipazione di calciatori alle gare

In deroga a quanto previsto dall’art. 34, comma 1, delle N.O.I.F., le Società partecipanti con più squadre a Campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di Campionato di categoria inferiore, i calciatori indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dagli stessi nella squadra che partecipa al Campionato di categoria superiore.



3) Campionato Provinciale “Juniores”
Il Campionato Provinciale “Juniores” è organizzato da ciascuna Delegazione Provinciale e/o Distrettuale, sulla base di uno o più gironi.
a) Articolazione

Al Campionato Provinciale “Juniores” partecipano le squadre di Società di Eccellenza e Promozione che lo abbiano richiesto, in alternativa al Campionato Regionale “Juniores”, nonché, facoltativamente, le Società partecipanti ai Campionati di 1ª, 2ª, 3ª Categoria, “3ª Categoria - Under 21”, “3ª Categoria - Under 18”, “3ª Categoria – Over 30” e “3ª Categoria – Over 35”.


b) Limite di partecipazione dei calciatori in relazione all’età

Alle gare del Campionato Provinciale “Juniores” possono partecipare i calciatori nati dal 1° gennaio 1996 in poi e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età; è consentito impiegare fino a un massimo di quattro calciatori “fuori quota”, nati dal 1° gennaio 1994, in base alle disposizioni emanate dai Consigli Direttivi dei Comitati.

L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva.

In considerazione del particolare assetto normativo che caratterizza la rispettiva attività alle Società di “3a Categoria - Under 18” partecipanti al Campionato Provinciale “Juniores”, non è consentito l’impiego di calciatori “fuori quota”.

E’ fatto divieto alle Società Juniores “pure” provinciali di tesserare calciatori di età superiore a quella stabilita per tale categoria, ivi compresi i calciatori “fuori-quota”.


c) Limite di partecipazione di calciatori alle gare

In deroga a quanto previsto dall’art. 34, comma 1, delle N.O.I.F., le Società partecipanti con più squadre a Campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di Campionato di categoria inferiore, i calciatori indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dagli stessi nella squadra che partecipa al Campionato di categoria superiore.


…………..omissis
10) PERSONE AMMESSE NEL RECINTO DI GIUOCO
…………..omissis
Per le gare organizzate in ambito regionale e dal Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica, sono ammessi nel recinto di gioco, per ciascuna delle squadre interessate, purché muniti di tessera valida per la stagione in corso:
a) un dirigente accompagnatore ufficiale;

b) un medico sociale;

c) un allenatore ovvero, in mancanza, esclusivamente per i campionati dell’attività giovanile e scolastica e per i campionati della L.N.D. delle categorie Juniores Provinciale, Serie C2 di Calcio a Cinque maschile, provinciali di Calcio a Cinque maschile e regionali e provinciali di Calcio Femminile, un dirigente;

d) un operatore sanitario ausiliario designato dal medico sociale, ovvero, in mancanza, un dirigente;

e) i calciatori di riserva.

f) per la sola ospitante, anche il dirigente addetto all’arbitro (FACOLTATIVO).

Il dirigente indicato come accompagnatore ufficiale rappresenta, ad ogni effetto, la propria Società.

Relativamente agli allenatori abilitati dal Settore Tecnico ed inseriti nei ruoli ufficiali dei tecnici non ancora in possesso della tessera federale (tesseramento in corso) valgono le seguenti disposizioni:
b) il nominativo dell’allenatore deve essere indicato nell’apposito spazio nell’elenco di gara;

c) nello spazio “tessera personale F.I.G.C.” deve essere indicata la dizione R.E.T.;

d) all’atto della presentazione all’arbitro dell’elenco di gara deve essere consegnata anche la “copia per il tecnico” della richiesta emissione tessera di tecnico, unitamente al documento personale di riconoscimento dell’allenatore.
Le ipotesi di “allenatore mancante” possono essere individuate in:
1) non obbligatorietà del tesseramento di un allenatore abilitato dal Settore Tecnico ed iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici;

2) mancanza per cause di carattere soggettivo riguardanti l’allenatore regolarmente tesserato (es: temporaneo impedimento per motivi personali, di salute, squalifica, ecc.);

3) cessazione, per qualsiasi motivo, del rapporto con l’allenatore regolarmente tesserato e nelle more (30 giorni) del tesseramento di altro allenatore iscritto nei ruoli ufficiali;

4) mancato tesseramento di allenatore abilitato dal Settore Tecnico ed iscritto nei ruoli ufficiali dei tecnici dovuto alla deroga accordata alla Società che intende confermare l’allenatore non abilitato che ha guidato la squadra nella precedente stagione sportiva, nei casi ammessi.

Nelle ipotesi del Dirigente ammesso nel recinto di giuoco, ai sensi dell’art. 66, delle N.O.I.F., al posto dell’allenatore, il nominativo del Dirigente medesimo deve essere indicato nell’elenco di gara nello spazio previsto per l’allenatore, avendo l’avvertenza di cancellare tale dizione sostituendola con la parola “Dirigente ufficiale”.

Parimenti, la corrispondente dizione “tessera personale F.I.G.C.” deve essere sostituita con tessera di riconoscimento per Dirigenti ufficiali di Società.

Va da sé che il nominativo indicato quale Dirigente al posto dell’allenatore, nei casi previsti dall’articolo 66, delle N.O.I.F., deve essere pertanto presente nella predetta tessera di riconoscimento per Dirigenti ufficiali di Società, il cui numero deve essere riportato nello spazio previsto dopo avere apportato alla dizione la modifica anzidetta.

Si precisa, infine, che le disposizioni in oggetto valgono, con gli opportuni adattamenti, anche nel caso di mancanza dell’operatore sanitario ausiliario (già massaggiatore), nei casi previsti dall’articolo 66, delle N.O.I.F..

In entrambi i casi esaminati corre l’obbligo di segnalare che il/i Dirigente/i ammessi nel recinto di giuoco ai sensi dell’art. 66, delle N.O.I.F., si aggiungono al Dirigente accompagnatore ufficiale della squadre, e non lo sostituiscono.

Le persone ammesse nel recinto di gioco debbono prendere posto sulla panchina assegnata a ciascuna squadra e hanno l'obbligo di mantenere costantemente un corretto comportamento.

L'arbitro esercita nei loro confronti i poteri disciplinari a lui conferiti.



23) SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI
Nel corso delle gare dei Campionati organizzati dai Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile in ambito nazionale e dai Comitati in ambito regionale, nonché in tutte le altre gare della rispettiva attività ufficiale, è consentita in ciascuna squadra la sostituzione di tre calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto.

Per le competizioni organizzate dal Dipartimento Interregionale, nell'elenco dei calciatori di riserva possono essere indicati un massimo di 9 calciatori di riserva, tra i quali saranno scelti gli eventuali sostituti.

Nel corso delle gare del Campionato Regionale Juniores organizzato dai Comitati, possono essere effettuate cinque sostituzioni per squadra indipendentemente dal ruolo ricoperto. Nel corso delle gare organizzate dalle Delegazioni Provinciali e/o Distrettuali nonché nel corso delle gare riservate ai calciatori di sesso femminile organizzate in ambito regionale e provinciale, in ciascuna squadra possono essere sostituiti cinque calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto.

Nel corso delle gare del Campionato di 2a Categoria, anche se organizzato dalle Delegazioni Provinciali e/o Distrettuali possono essere sostituiti soltanto tre calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto in coerenza con quanto previsto per la corrispondente attività svolta in ambito regionale.


In occasione di tutte le gare ufficiali in ambito nazionale, regionale e provinciale (Campionato Nazionale Serie D, Campionati Nazionali di Calcio Femminile, Campionati di Eccellenza, Promozione, 1a Categoria, 2a Categoria, 3a Categoria, 3a Categoria - Under 21, 3a Categoria - Under 18, 3a Categoria – Over 30, 3a Categoria – Over 35, Juniores e Calcio Femminile) le Società possono indicare nella distinta di gara da presentare all’arbitro fino a sette calciatori di riserva tra i quali saranno scelti gli eventuali sostituti (cosiddetta panchina allungata).
Ciò premesso, si illustrano le procedure da seguire per la sostituzione dei calciatori:

- la segnalazione all'arbitro dei calciatori che si intendono sostituire sarà effettuata - a gioco fermo e sulla linea mediana del terreno di gioco - a mezzo di cartellini riportanti i numeri di maglia dei calciatori che debbono uscire dal terreno stesso o di tabellone luminoso;

- i calciatori di riserva non possono sostituire i calciatori espulsi dal campo;

- i calciatori di riserva, finché non prendono parte al gioco, devono sostare sulla panchina riservata alla propria Società e sono soggetti alla disciplina delle persone ammesse in campo; le stesse prescrizioni valgono per i calciatori sostituiti e per i calciatori non utilizzati, i quali non sono tenuti ad abbandonare il campo al momento delle sostituzioni.



24) IDENTIFICAZIONE DEI CALCIATORI
L’identificazione dei calciatori può avvenire:

- mediante una tessera plastificata, munita di foto, rilasciata dalla Lega Nazionale Dilettanti per il tramite dei Comitati, della Divisione Calcio a Cinque e dei Dipartimenti Interregionale e Calcio Femminile;

- attraverso la conoscenza personale da parte dell'arbitro;

- mediante un documento ufficiale di riconoscimento rilasciato dalle Autorità competenti;

- mediante una fotografia autenticata dal Comune di residenza o da altra Autorità all’uopo legittimata o da un Notaio.

  1   2   3   4   5   6


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©azrefs.org 2016
rəhbərliyinə müraciət

    Ana səhifə